venerdì 31 ottobre 2008

Neil Young... nuovo live...del 1968!



Come promesso anni fa Neil Young svuota gli archivi.Dopo live at Massey Hall del 70(top ten in USA!!!) alla fine di novembre uscira' “Sugar mountain”, live registrato nei giorni 9 e 10 novembre 1968.
Il periodo era quello della fresca fuoriuscita dai Buffalo Springfield, si esibì alla Canterbury House di Ann Arbor, Michigan.
Ci saranno:
”On the way home”
”Mr. Soul”
”Expecting to fly”
”The last trip to Tulsa”
”The loner”
”Birds”
”Winterlong” (excerpt)
”Out of my mind”
”If I could have her tonight”
”Sugar mountain”
”I've been waiting for you”
”Nowadays Clancy can't even sing”
”The old laughing lady”
”Broken arrow”

Fix it - Letterman Show

Continuo a ritenerla una canzone troppo immediata... ma l'assolo di Neal merita:

mercoledì 29 ottobre 2008

Ryan Adams - Go Easy - Live Acoustic

dall'ultimo Cardinology del 'Genietto'
qui spogliata dell'elettricita' , al solito piu' bella che da studio.
Ryan quando un live ufficiale????

Ryan Adams - Go Easy - Live Acoustic

lunedì 27 ottobre 2008

Un genio o un pazzo?

Un genio o un pazzo?
Baronciani si inventa il libro in stoffa...tiratura limitata a 50 copie cucita a mano:



Presto il suo nuovo libro/racconto ordinabile sul sito dell'editore BlackVelvet.

supergrass

I 4 novembre saranno ai Magazzini Generali, li ho gia' visti una volta, concerto frizzante e divertente, senza un attimo di tregua e forse forse...
Questa e' Alright:

giovedì 23 ottobre 2008

mercoledì 22 ottobre 2008

Ani difranco - Milano 21 ottobre 2008


Eccola di nuovo Ani Fuckin' diFranco come recitano alcune t-shirt fuori da un Rolling Stone pieno oltre le aspettative.
Anticipata da una discreta Anais Mitchell che conclude il brevissimo set con una Bella Ciao in italiano(!!!) e Hamell On Trial folle come lo avevamo lasciato l'anno scorso nella stessa occasione, intorno alle 22 con le luci ancora accese in sala entra Ani accompagnata da Allison Miller alla batteria, Todd Sickafoose al basso, e a Mike Dillon al vibes e alle percussioni.
Si inizia subito con Shy a mille poi sfilano Manhole(qua sotto in video) , Swan dive, Napoleon intervallate da un poemetto prima tradotto in italiese da una tizia di nome Heidi ammericana...
Anche le nuove canzoni sfilano una dietro l'altra e tengono il passo con i classici.
Come al solito non mi fara' la mia canzone preferita(Marrow) ma non fa nulla. Sempre sorridente soprattutto nell'introdurre la canzone dedicata alla sua bimba e al marito, la ragazza(donna...) di Buffalo regala sprazzi di energia e gioia dalle chitarre che cambia ad ogni brano.
Ottimo il gruppo ormai con lei da tempo.
Un ringraziamento speciale alla ragazza della prima fila che mi ha fatto fotografare la set list...
E ora inizia l'attesa per Vinicio...

Ani difranco - Manhole

dalla terza fila si vede bene...

eels limited LP's & EP Live


Gli eels vendono dal loro sito un quadruplo LP.
3 dischi(sì quelli in vinile!!!) sono l'album BLINKING LIGHTS AND OTHER REVELATIONS,
il quarto e' un live a Manchester del 2005.
A parte questa cosa da feticisti/completisti c'e' la possibilita' di scaricare GRATIS fino al 28 un EP di 5 brani dal loro sito.
4 brani dal succitato concerto non presenti nella deluxe ed.
EP TRACKLIST:
01 fresh feeling
02 packing blankets
03 jeannie's diary
04 climbing to the moon

lunedì 20 ottobre 2008

casa de calexico - Rolling Stone Milano 18/10/2008




Calexico e' una cittadina californiana al confine con il Messico.
Calexico e' un gruppo di gringos e di chicani che Sabato sera al rolling stone hanno regalato un bellissimo spaccato di luoghi(mitici) lontani dal nostro quotidiano.
Polvere , spazi infiniti e frontiera.
La frontiera messicana e' stata raccontata da molti , il primo che mi viene in mente e' Joe Ely ma il suo modo di porsi e' da americanoconinfluenzemex. Invece i Calexico sono totalmente annegati nel Mex. Non hanno autostrade polverose ma stradine, o forse neanche quelle, ma la polvere sì. Quella polvere che si deve mangiare se si vuole passare dell'altra parte. Te la fanno sentire con le trombe e fisa che ci portano 'oltre' la borderline ma anche la batteria(ma quanto e' bravo ed essnziale John Convertino?) e la chitarra(spesso classica) di Joey Burns ci ritrascinano a nord. Tutto condito con la steel guitar di Paul Niehaus, gia' con gli Iron & Wine nell'ultima passata italiana, in un impasto sonoro che divide e unisce i due mondi, infatti si passa da atmosfere rarefatte a torbide ballate . Ogni brano e' eseguito con passione e trasporto.
L'ultimo lavoro(Carried to dust) e' ottimamente rappresentato dai brani migliori tra cui spicca Two silver trees(qui sotto).
Gran finale a sorpresa(annunciatissima) con Vinicio Capossela che inanella una "Polpo d'amor con tanto di cilindro , occhiali da sub e maschera e "La faccia della terra" molto intrigante .
In apertura Moltheni, che ormai e' una certezza, come la sua voce stile manuel agnelli e i suoi testi folli.
Se qualcuno non avesse dimenticato la macchina fotografica avremmo potuto avere una bella fito con Joey Burns... vabbe' next time next time...

Calexico - Two silver trees

Scottish affairz

venerdì 17 ottobre 2008

Calexico

Dal sito dell'organizzatore:
Il 18 Ottobre i Calexico saranno al Rolling Stone di Milano per il loro unico concerto in Italia nel 2008. Sul palco avranno un ospite speciale, Vinicio Capossela, che canterà "Polpo", la bonus track contenuta sulla versione italiana del nuovo disco "Carried To Dust", e "La faccia della terra", l'ultimo brano composto per il nuovo album di Vinicio "Da solo" e registrato direttamente a Tucson, Arizona, proprio con i Calexico come band e con il loro produttore, JD Foster, dietro alla consolle. Insieme a Vinicio salirà sul palco dei Calexico anche il chitarrista Alessandro "Asso" Stefana.

Come non esserci?

mercoledì 15 ottobre 2008

Dylan High water

Versione solidissima di High water alle Niagara Falls del 2003 , contenuta nel nuovo bootleg series.
Inutile ribadire la superiorita' di questa band rispetto all'attuale.
Freddie Koella alla solista e' qualcosa che Dylan si doveva tenere stretto!
Altra mano , altro suono.

martedì 14 ottobre 2008

next gig...

17/10/2008 ven DAMIEN* FAT NOISE NIGHT @ LIVING ROOM - LUGANO (CH)


18/10/2008 sab CALEXICO ROLLING STONE - MILANO


21/10/2008 mar ANI DIFRANCO ROLLING STONE - MILANO


11/11/2008 mar VINICIO CAPOSSELA TEATRO SMERALDO - MILANO


14/11/2008 ven RYAN ADAMS & THE CARDINALS PICTURE HOUSE - EDIMBURGH(UK)


15/11/2008 sab BLACK KEYS QUEENS HALL - EDIMBURGH(UK)


19/11/2008 gio OKKERVIL RIVER + BLACK KEYS MAGAZZINI GENERALI - MILANO

venerdì 10 ottobre 2008

Dinosaur Jr...

...pentendomi di non essere andato a Giugno a vederli(ma era veramente chiedere troppo quest'estate!) mi accontento del 'tubo':

martedì 7 ottobre 2008

Damien* - Mart/Art 2.0



Come promesso tornano i damien con un EP da scaricare totally free qui, contenente un inedito(qua sotto) e diversi remix.
Sinceramente li preferisco nudi e crudi ma ci stanno bene anche le riletture/remix dei vari uochi toki e sir billy.



Damien - Eat Eat Eat

lunedì 6 ottobre 2008

kenny no...



Finalmente i biglietti sono arrivati ... Ryan Adams and the Cardinals sono piu' vicini!
Ma Kenny non puo' venire!Solo Teo, Ciocco e Baio. Brutti bastardi!

Ryan Adams & the Cardinals - This house is not for sale - 26 Sept 2008

Cronache Birmane - Guy Delisde


Guy Delisle è un disegnatore e animatore canadese del Québec. Ha raccontato i suoi soggiorni in Cina e Corea del Nord in Shenzhen e Pyongyang .
Questo giro ha vissuto per più di un anno in Birmania con la sua compagna, in missione per Medici senza frontiere, e il figlio di pochi mesi. Nella patria di Aung San Suu Kyi, la premio nobel per la pace rinchiusa in casa da 19 anni, ha scoperto una società oppressa dalla dittatura militare ma anche un popolo aperto e generoso.
Le molte usanze di un popolo lontano che a noi occidentali paiono folli o inutili , Guy ce le descrive nei mille episodi che compongono il suo libro.
Il buddismo e la repressione, l'aids e le miniere, i monsoni e le ong: questo ennesimo reportage orientale e' al solito ironico e pungente con trovate non lontane dal poter essere considerate poetiche.
Quale sara' la prossima meta?

giovedì 2 ottobre 2008

coen o non coen?


Un commento ho colto girando per il web:
"
i Coen sono i Coen, gli attori sono splendidi, ma il nuovo film dei Coen non mi è piaciuto per un cazzo?
"

eh ok non proprio per niente ma Burn after reading non e' di sicuro ne' il loro migliore ne' il loro piu' divertente ne' quello che si ricordera' per anni.
E' un buon film grottesco, ironico, folle quel tanto da renderlo particolare e non ovvio.
Vedere la mimica facciale di George Clooney , un Brad Pitt in verisione 'ragazzodapalestraconipod' e John Malkovich ubriaco e folle e' veramnete strano.
Alla fine e' un film divertente che non lascia segni nell'anima , solo un po' di buon umore.
Ah tra gli altri c'e' David Rasche ,qualcuno si ricorda di "Sledgehammer"?

mercoledì 1 ottobre 2008

Tom Petty?


Un'altra assenza da sempre, o meglio, da molto(era venuto con Dylan nell'87...cazzo in quel concerto suono' anche Roger McGuinn!!!)
e' Tom Petty.
Da sempre gode di un ottimo seguito negli USA(recentemente si e' esibito nello show dell'intervallo del superbowl).
Non credo abbia mai sbagliato un album (ok dai magari Southern accent o qualche sovraproduzione) .
Non si e' mai capito perche' non si e' mai fatto uscire nulla di ufficiale ,oltre al dvd Hard to handle, dal tour sopracitato con Dylan(ottimo bootleg e' Duelling Benjos).

Qui sotto Refugee dal primo live aid: