martedì 31 marzo 2009

giovedì 26 marzo 2009

like a stone i'll wait for you there alone

Una grande canzone...


like a stone i'll wait for you there alone

on my deathbed i will pray
to the gods and the angels
like a pagan to anyone
who will take me to heaven
to a place i call ...

Chris Cornell - Like a stone

mercoledì 25 marzo 2009

Roberto Angelini - La Vita Concessa



Questo è il suo terzo album di inediti. Il primo del 2001 discreto, il secondo nel 2003,anche per sua postuma ammissione, insulso , questo terzo sorprendente.
Roberto Angelini finalmente torna a fare il cantautore, già nel 2005 si era rifatto vivo in nuova veste con la piccola parentesi del tributo a Nick Drake(che dovro' procurarmi presto!) e si capiva che qualcosa bolliva...
Si sente che la trasformazione da nazionalpop a intimista, quasi simil Fossati, e' costata tanto, tanto lavoro. Per prima cosa pagare lo scotto con le persone che nel cammino aveva perduto:Gazze', Silvestri,Elettrojoyce, Pino Marino... tutta quella "scuola romana" che aveva lasciato anni fa per seguire 'il gatto e la volpe' e rimanerne fregato.
Poi con se stesso, capire in che direzione andare , cosa voler trasmettere.
Tutto cio' si ritrova nelle 14 canzoni(e in quella presente in Il paese e' reale) , non immediate per testo e non banali per la musica, alle volte minimale ma non semplice.
Vulcano,Dicembre, FFF, Fino a qui tutto bene(ispirato a L'odio di Kassovitz), tutti pezzi che partono dal profondo e arrivano al cervello passando dal cuore.


Roberto Angelini - Vulcano

lunedì 23 marzo 2009

Nirvana - ri-vinilizzati



L’intera discografia dei Nirvana sarà (ri)pubblicata in vinile quest’anno infatti per alcuni album non e' la prima volta assoluta infatti il primo album Bleach era stato in origine già fatto uscire in vinile per la Sub Pop, ma sicuramente lo sara' su larga scala.
Il primo ad uscire sarà la pietra miliare Nevermind poi seguira' l'Unplugged.

La ripubblicazione è opera della Original Recordings Group (ORG), che produce e commercializza i dischi in vinile. «Per quanto ne sappiamo noi è la prima volta che ’Unplugged’ esce in vinile».

Per i fan ottime notizie, per la Universal un'altra raschiata al fondo del barile a quasi costo zero. Tutti contenti?

venerdì 20 marzo 2009

Cardinals - The End

Stasera al Fox Theater di Atlanta si terrà l'ultimo concerto di Ryan Adams con i Cardinals. Da domani ognuno per la sua strada!
Qui sotto una torta fatta da un(a) fan.

Finisce un'era, per me, legata a tre viaggi e altrettante esperienze all'estero.

So long!

Pete Seeger - Novant'anni non son molti...

I novant’anni di Pete Seeger saranno festeggiati al Madison Square Garden il 3 Maggio. Il cast vedra' Bruce Springsteen, Eddie Vedder (Pearl Jam), Emmylou Harris, John Mellencamp, Joan Baez, Steve Earle, Juanes, Richie Havens, Kris Kirstofferson, Tom Morello, Billy Bragg, Michael Franti, Ben Harper, Ani DiFranco ed Arlo Guthrie.
La vendita dei biglietti inizia il prossimo 30 marzo che e' il mio compleanno... se qualcuno non ha ancora deciso cosa regalarmi...
I proventi dai biglietti saranno devoluti all’Hudson River Sloop Clearwater, ente ambientalista fondato dal grande folk singer, ancora fresca e' la sua (probabilmente benzinatissima) presenza all'insediamento di Barak Obama in maniche di camicie!
Qui sotto una canzone attualissima anche se di 45(!) anni fa.
Long life to you Pete!

ps ma Dylan?

Pete Seeger - What Did You Learn In School?

mercoledì 18 marzo 2009

Joe Bonamassa - Ballad of John Henry


Ritorna con "The Ballad Of John Henry" Joe Bonamassa , ottimo chitarrista blues(ora molto hard-blues) , sono 20 anni che Joe sciorina la sua ottima tecnica. Non sempre a fuoco tutti i suoi lavori, spesso troppo preoccupato a far vedere gli assoli che a costruire qualcosa intorno a se', questa volta fa centro.
Almeno trovo difficile togliere il repeat a questo lavoro sporco e potente, con molto rispetto della tradizione.
Oltre i pezzi originali al solito ci sono alcune cover di Ailene Bullock, Tom Waits(!!!) e Tony Joe White.

Joe Bonamassa - Ballad of John Henry

venerdì 13 marzo 2009

AAVV - Diaframma, il dono

Alcuni artisti italiani hanno deciso di celebrare i trent’anni di carriera di Federico Fiumani e dei Diaframma reinterpretando (spesso appoggiati dallo stesso autore) i brani del gruppo.
La band fiorentina, nata nei primi anni ‘80 , sull’onda del dark-rock inglese ,è riuscita a ritagliartsi un posto nel cuore di molti, grazie anche agli splendidi testi del poeta chitarrista Fiumani .

Questo tributo ne e' la prova di quanto hanno seminato , come non ritrovare frammenti dei Marlene Kuntz o dei Tre Allegri Ragazzi Morti o del piu' recente Le luci della centrale elettrica?

Poi al solito le cover possono riservare molte sorprese, come la versione di Verde di Dente, Siberia dei Marlene o la bellissima e a me sconosciuta, Roberta Carrieri con “Labbra blu”(qui sotto da ascoltare).
Da segnalare l'ottima "Gennaio" dei Tre Allegri Ragazzi Morti.
Ultimo appunto la presenza degli Altro, il gruppo di Alessandro Baronciani, sorprendenti e fulminei.
Ogni canzone e' un piccolo 'regalo' al passato di ognuno, per capire come e' 'iniziato' il cammino dei gruppi che poi negli anni 90 ci hanno portato a saltare ai concerti(MK, Afterhours ecc).I Diaframma erano e sono 'il prima', e la storia si sa , aiuta a capire da dove si viene.
Ai tempi i Diaframma erano uno squarcio nel buio.

Tracklist:
Alessandro Grazian, “Fiore non sentirti sola”
Altro, “Altrove”
Dente, “Verde”
Elena Stancanelli con The Niro e Federico Fiumani, “Amsterdam”
Il Genio, “Il telefono”
Le Luci Della Centrale Elettrica, “Un giorno balordo”
Magnolia, “L’amore segue i passi di un cane vagabondo”
Marlene Kuntz, “Siberia”
N.A.N.O., “Una stagione nel cuore”
Oshinoko Bunker Orchestra, “Pasqua”
Roberta Carrieri, “Labbra blu”
Samuel Katarro, “Diamante grezzo”
Santo Niente, “Lode ai tuoi amici”
Superpartner, “L’odore delle rose”
Zen Circus con Federico Fiumani, “I giorni dell’ira”
Tre Allegri Ragazzi Morti, “Gennaio”

mercoledì 11 marzo 2009

Dan Auerbach - Keep it hid



Voce e chitarra e meta' dei Black Keys,Dan Auerbach, sarà in concerto per un'unica data italiana, il 19 maggio al Musicdrome di Milano!!!
Dan ha da poco pubblicato il convincente "Keep it hid" dove suona un po' di tutto(batteria, chitarre, percussioni e tastiere).
Ci si trova un po' di tutto: psichedelia, soul ,country. Lo stesso autore ha dichiarato di aver avuto un approccio poco studiato alla realizzazione di questo lavoro:"tutto e' stato molto spontaneo". come non credergli?

martedì 10 marzo 2009

franz ferdinand

Un amico che si diletta in fotografia e che vive a Londra mi ha mandato questa bella foto scattata ieri al concerto dei Franz Ferdinand... beato lui!

lunedì 9 marzo 2009

gossip...



Riport da yahoo news:
"
Il protagonista di "Dexter" Michael C. Hall ha sposato la co-star del telefilm Jennifer Carpenter, che nel serial interpreta sua sorella.
Lo ha riferito l'agente dell'attore. I due si sono sposati a capodanno a Big Sur, in California, spiega una nota.
Pubblicità
In "Dexter", Hall interpreta Dexter Morgan, analista della polizia di Miami che di notte diventa un serial killer di 'cattivi'.
Carpenter interpreta Debra Morgan, la sorella adottiva di Dexter, che fa la poliziotta.
Hall, 37 anni, e Carpenter, 29, sono stati fidanzati un anno e mezzo prima di andare all'altare, ha aggiunto
"

da non credere!
:-P

giovedì 5 marzo 2009

E's back!


Gli EELS usciranno con il nuovo album(dopo 4 anni) il 2 giugno prossimo.
Titolo:HOMBRE LOBO, 12 brani dal folle Mark Oliver Everett, aka E, registrati nel suo studio a L.A.

mercoledì 4 marzo 2009

Willie Nile - I'm on fire



Rovistando tra i file ho trovato questa bella versione dell'intraducibile titolo della boss song:

Willie Nile - I'm on fire

Wilco - Germania (im)possibile

Una delle piu' belle loro canzoni, Impossible Germany, citata in un blog 'amico' mi e' ritornata a ronzare in testa.
Spero che qualcuno li porti in zona presto:

martedì 3 marzo 2009

Formidabili quegli anni - Giulio Casale



L'ex leader degli Estra , quello che era stato definito l'Eddie Vedder italiano, ormai da tempo ha smesso gli abiti del rocker e ha indossato , prima quelli del cantautore, poi quelli di Gaber e non li ha piu' lasciati.
Dal 2006 porta per tutta Italia 'Polli d'allevamento' del signor G. La recitazione di Giulio e' tanto intensa e tanto coinvolta che egli ha dichiarato di svegliarsi la mattina e non sapere bene chi essere. C'e' solo da dargli ragione , come gia' ho detto di quando lo vidi quest'estate : la trasfigurazione e' impressionante.
Ora Giulio ha scelto , sempre in forma di teatro canzone, di rappresentare , con l'aiuto di chi li ha vissuti(Mario Capanna), il 68, o meglio la stagione del 68. I monologhi(spesso Gaberiani nei modi) sono tratti dal libro omonimo di Capanna e intervallati da brani di Vian, Brel, De Andrè, Tenco, Guccini, De Gregori, Gaber e dello stesso Casale che e' accompagnato dal musicista Carlo Cialdo Capelli.
Si passa dai primi moti studenteschi di Trento , alle manifestazioni represse dalla polizia fino alle stragi(di stato?!).
Nonostante siano passati 40 anni l'effetto nostalgia non c'e' , il testo e le ambientazioni sono attualizzate evitando inutili amarcord.

La rappresentazione e' stata seguita da un interssante dibattito pubblico con la presenza di Gherardo Colombo. Tra le mille cose dette ha sottolieneato l'importanza di "avere un pensiero (politico) e non solo di subirlo". Spunti per pensare che sicuramente hanno lasciato il segno. Serate cosi' ce ne vorrebbero...

lunedì 2 marzo 2009

Six Feet Under


Humor nero,grande ironia e naturalmente fatti tragici, questi sono i contenuti di questa serie andata in onda(in USA) dal 2001 al 2005.
E' la storia di una famiglia di impresari funebri di Los Angeles, o meglio di due fratelli che si ritrovano a lavorare insieme dopo la morte del padre.
Due fratelli completamente diversi tra loro, uno devoto alla causa famigliare fin da giovane(Michael C Hall=Dexter!!!) e l'altro ritornato per il funerale del padre dopo anni di esilio volontario a Seattle.
Ogni episodio parte con la morte della persona su cui si svolgono poi i fatti dove ogni persona della famiglia trova lo spunto per riflette e rispecchiarsi(un neonato, un ragazzino, una donna sola ecc).
La famiglia si completa con la sciroccatissima madre, la sorellina diciassettenne e il defunto padre che appare come visione di tanto in tanto ai figli o alla moglie.
Anche il 'defunto della puntata' ha un suo ruolo, interagisce con i suoi becchini, facendoli riflettere o aiutandoli a scoprire fatti che altrimenti rimarrebbero ignoti.
Visti gli argomenti trattati(anche una forte dose di omosessualita' ma non dico di piu') non e' che il ritmo sia proprio spumeggiante, pero' l'ironia , gli intrecci e soprattutto la complessita' dei personaggi fanno rimanere attenti ad ogni secondo.
Nella puntata pilota ci sono anche dei bellissimi e divertenti spot di prodotti per pompe funebri che purtroppo poi non sono piu' stati riproposti. Questo e' un peccato...mortale?