giovedì 20 dicembre 2007

immor(t)ale?

Allora: mi piace. Ma che rapporto e' se mi prende tutti i soldi?
E non e' che puoi dire : vabbe' vado in germania o in francia... li vuole anche lì
anche di piu'!
Fuck!

a volte...

...le persone si incontrano e cantano insieme...



Tom Petty & Eddie Vedder: The Waiting (Denver) - 2 jul 2006

mercoledì 19 dicembre 2007

little britain

Little Britain e' un telefilm a sketch inglese(ma va?) fatto da due truci comici inglesi(ma va?)... alcune situazioni sono folli altre grottesche altre veramente divertenti come questa di seguito... lo mandano su MTV con i sottotitoli in italiano... e' una buona scusa per sentire un po' di inglese 'vero':

martedì 18 dicembre 2007

cose vecchie



oggi sono saggio:
persone vecchie fanno scelte vecchie e hanno idee vecchie... con risultati vecchi

lunedì 17 dicembre 2007

venerdì 14 dicembre 2007

sigur ros



ok dipende da tante cose...
il tipo di musica che con un determinato umore/tempo/situazione puo' piacere tanto come dar fastidio.
Da alcuni giorni nella mia playlist entrano i brani dei Sigur Ros che significa rosa della vittoria.
Band Islandese, dai titoli impronunciabili(un album , il piu' bello forse, si chiama "parentesi aperta parentesi chiusa" cioe' "()" ) e dai nomi folli.
Ma con il freddo senza neve e le notti a vegliare ti portano ad apprezzare questa musica ... in alcuni brani senti il ghiaccio che si rompe sotto i piedi ma non c'e' neve.
Ho reso l'idea?
Mi sono procurato anche qualche documento video che ho visto a frammenti e mi intriga molto(il documentario Heima).
Ricordo che dopo la visione di un loro video avevo commentato 'senza le immagini non mi dicono niente'...me ero a luglio...
adesso il minimalismo e le voci che vengono da lontano mi entrano dentro.
E qualcuno mi chiede ancora 'ma cosa te ne fai di tutti quei cd'?
cazzo! mi emoziono!
:-P

giovedì 13 dicembre 2007

per un venerdi...al veleno!



...solo musica italiana... o meglio fatta da italiani
Gli amour fou sono milanesi di nuova uscita, "la stagione del cannibale" scorre bene nel lettore.
I Jennifer Gentle accasati Sub Pop, suoni distorti ma melodiosi, uno dei miei gruppi favoriti
Gli altri due non li conosco ma spero nel meglio.
Vedo se qualcuno mi segue...o mi lascia andare!

martedì 11 dicembre 2007

nyoung



Amo Neil Young ... l'ho sempre amato...
L'ho visto una sola volta dal vivo, non ne basterebbero 1000 di volte.
Ascoltando Chrome Dreams part II in queste ore non c'e' smentita che tenga e' un grande autore ed il suo suono e' unico ed inimitabile.
La sua chitarra distorta che ha viaggiato (e viaggia imbolsita...) per 40 anni e' e restera' unica.
Ora cerco la spirit road e vedo se Neil lo riesco ad incontrare lì!
Nessuno mi aspetti alzato!
da brividi!

markt



Sono stato via un po'...
sono andato in Germania a vedere un famigerato mercatino di Natale!
Niente male i wurstel e la birra...
:-)

mercoledì 5 dicembre 2007

lunedì 3 dicembre 2007

brmc 30/11/07


peggio per chi non c'era...
chitarra basso e batteria tirati al massimo, rock oscuro(ma proprio oscuro), blues , folk(the lonesome death of hattie carrol di un signore del minnesota...) e una spruzzata di psichedelia.
Per dirla in poche parole:un concerto malato.
I brani hanno spaziato dal primo omonimo album all'ultimo lavoro senza troppi problemi. Regalandoci appunto dei brani lucidissimi con slide guitar e chitarra acustica e pezzi distorti e tetri. Il pubblico(Rolling stone gremito) ha partecipato attivamente per tutte e due le ore, peccato per il suono del locale che sembra peggiori ogni volta!
Musica coinvolgente e straziante intervallata da scoppi melodici totalmente inaspettati.
Le prossime volte niente remore... non mi scapperanno piu'!

venerdì 30 novembre 2007

fioretti


allora nel 2008 voglio andare a vedere:
- i Radiohead(a giugno all'arena di milano)
- Brussss(a giugno a s.siro...80000 biglietti ... riusciro' a prenderne uno?)
- Iron & wine(a febbraio)
- eels (gia' preso)
... bastano?
Stasera i BRMC!!!

giovedì 29 novembre 2007

amsterjam


Sì ci sono riuscito... sono tornato dalla citta' del peccato ...
"ahhh vai ad amsterdam... " sorrisi e ammiccamenti non sono mancati!
Giusto Spino?
Non ho voglia di fare il temino su cosa ho fatto o meno...
Quindi mi intervisto:
I:Ciao!
R:Ciao!
I:Allora dove sei andato?
R: ad Amsterdam di 3 giorni(2 notti) per vedere il concerto di Ryan Adams & the Cardinals.
I:in aereo?
R:si' con la easy jet, economicissima e veramente l'ideale per un viaggio di neanche 2 ore.
I:come ti sei mosso poi? ci sono agevvolazioni per i turisti?
R: si' ho fatto la Amsterdam Card che permette di visitare numerose attrazioni(musei e co.) e viaggiare gratis sui mezzi di trasporto a 43 euro per 48 ore... buona scelta ma non ottima, diciamo che con un po' di sbattimento sono andato in pari.
In pratica i trasporti sono ottimi (i tram e i bus, il metro' non l'ho preso quindi non so) ma sono un po' cari(1,60 euro a tratta gratis con la card).
I: da solo????
R: no mi hanno raggiunto due fan che gia' conoscevo da friburgo, Matteo e Marco da Rovigo
I: ah ecco... dei testimoni... e il clima?e i monumenti ?
R: Come ogni citta' del nord europa il bene pubblico e' tenuto benissimo, anche se lo sporco non manca. la temperatura e' stata anche di qualche grado piu' alta che qui da noi ... ventosa il primo giorno.
I: cosa hai visto?
R: dunque ho visitato :
- il museo Van Gogh: molto grande e pieno di opere strafamose ma dal vivo... "rendono" molto di piu'!
- la galleria nazionale(rijksmuseum) con rembrandt dappertutto , un po' 'datata', passare dalla selva di colori di van gogh ai cupi paesaggi o alle battaglie dipinte da rembrandt e' un bel colpo.
- lo stadjisky museum, il museo d'arte moderna che ospita fino a meta' gennaio una gigantesca mostra su andy warhol, che dire? sorprendente... con opere multimediali(cinema , tv, interviste, discorsi registrati) e naturalmente le magnifiche opere fotografiche(la sedia elettrica ecc)
- la casa di anna frank: al solito ... quando si parla di nazismo e simili ci si sente male... e proprio non si capisce il perche'...
- il Vondelpark , isola verde della citta'... beh in novembre non e' bellissimo.
I: si' ok ti confermi un fine cultore dell'arte e del bello ma... chi va ad Amsterdam SOLO per quello?
R: ok ok l'obbligatoria gita alla citta' vecchia l'ho fatta...in 2 tempi. Una volta alla mattina e una all'imbrunire... beh dai 'interessante'... niente di spettacolare ma 'particolare'. ok ok: le tizie in vetrina e i coffee shop ad ogni metro... sì li ho visti...
I:visto visto ... ma hai 'usato'?
R: sono entrato solo nei coffee shop come non farlo? e' una cosa strana perche' sembra di fare una cosa sbagliata e illegale! Invece e' tutto molto tranquillo e naturale, colpa delle paure che si hanno...mah!le paure sono fatte per essere superate...
I: ah che fine filosofo! ma dimmi il famoso Paradiso? Il locale dove hanno suonato tutti?
R:Si' ho fatto anche una gita al mitico locale "Paradiso".Purtroppo lo stanno ristrutturando all'esterno e non ho visto molto , ma e' una ex chiesa! Ho buttato dentro la testa per un attimo e ci sono lampadari a goccia e tappeti... un giorno ci andro' a vedere qualcosa promesso!
I: si' si' come no! E gli(le) olandesi come sono?
R: mah non al 100% socievoli, si' gentili ma freddi...e fredde.
I: ok non indago oltre, ma la fama di venezia del nord?
R: si' sono passato per tanti ponti sui canali che ci sono in giro, ma venezia e' meglio, qui tutto e' perfetto e 'anticato'...
I: di tutto abbiamo detto tranne della cosa per cui eri li': il concerto!Dov'e' che era?
R:Era al RAI auditorium(la tv non c'entra) e' a sud della citta' in un complesso che sembra la fiera di milano, il teatro credo contenga fino a 2500 persone.
L'acustica e' non perfetta , di piu'!
I: e quindi come e' stato ?
R:Il concerto e' stato bello e divertente(anche se l'ho visto dalla 35ma fila!) con Ryan che scherzava(amsterdam-amsterjam, la sua puzza di sudore...) e la band perfetta ... ormai sono 4 anni che suonano insieme ... e' durato 1h e 40min quasi 40 min in meno delle altre date ! sgrunt
I: quindi non sei soddisfatto?
R: si' si' ma manca sempre qualcosa... no non del tutto
I: ho capito mr perfettini ma Neal, la millantata amicizia via email
R: si' amico amico e poi...dopo il concerto stiamo stati ad aspettare sotto il palco per vedere se usciva qualcuno come succede normalmente e
dopo un quarto d'ora mentre ci stanno cacciando dall'auditorium spunta la testa di neal da dietro gli amplificatori e all'improvviso salta giu' dal palco e comincia a correre!!!
I: e voi?
R: Noi dietro come lepri(???) ma i seggiolini ci impediscono di raggiungerlo e a chiamarlo, ma lui ci liquida con un gesto di saluto e sparisce tra la folla in ingesso!
I: quindi?
R: Rassegnati facciamo la coda (molto all'italiana) per le magliette quando lo vedo tornare nel teatro, quindi mi fiondo dietro di lui che ormai(sempre come se avesse la cacca nei pantaloni!!!) a chiamarlo ma mi fa cenno di no , non ha tempo!!!!
Sgrunt
I: ma dai? Strano! Ad oslo c'era stato con i fan...
R: infatti ho bisogno di chiarimenti!Spero di averli altrimenti "lesson learned"
I: mah! spero li avrai! E qualche foto?
R: A breve il link alle foto
I: ok grazie
R: Prego

venerdì 23 novembre 2007

RYAN & NEAL




Ecco ormai ci siamo domenica parto per Amsterdam!
Per vedere RA & the cardinals...
si' 2 giorni nella citta' famosa per molte cose...
La' ci saranno altri due turisti della musica che gia' l'anno scorso hanno condiviso con me lo stesso concerto a Friburgo.
Peccato non venga il mio amico di concerti(un po' defilato ultimamente...).
Si' ok ho gia' confessato che e' una follia andare fin laggiu' a novembre(piovosissimo!!!) e per 2 giorni soli.
Vabbe' vabbe' c'e' chi mi ha gia' rinfacciato la cosa un migliaio di volte!
Spero di riuscire almeno a parlare con Neal Casal, persona di cui ho molta stima , musicale e personale.
Da ryanadamsarchive.com apprendo da un fan norvegese:
"I`ve just been outside Sentrum Scene and have met the Cardinals. Ryan said: "I have to call my mom" so he didn`t stop to talk with us, but Neal, Brad and Chris were very nice and signed autographs and took thier time for a smalltalk..."
"

Prima cosa e' non perdersi gia' all'arrivo...

mercoledì 21 novembre 2007

Hard Rain ...

oggi ho scoperto che esiste questa versione ...

in raibows



Molti giudizi, nessuno conclusivo o esaustivo.
Il nuovo dei Radiohead(che naturalmente ho scaricato legalmente pagando 0 pounds da inrainbows.com)
mi piace, molto elettronico ma anche molto 'suonato'.
Merita piu' di un ascolto come tradizione...
non e' certo immediato e subito da bruciare.
Ci ritornero'!
Intanto nei negozi apparira' il 28/12.
Intanto spero di riuscire a vedere il gruppo inglese quest'estate(l'unica data certa e' Glastonbury), prima sud America e USA poi Europa e Japan.

martedì 20 novembre 2007

lunedì 19 novembre 2007

no, no, no, you are not alone...



...
Everybody hurts. Take comfort in your friends.
Everybody hurts. Don't throw your hand. Oh, no. Don't throw your hand.
If you feel like you're alone, no, no, no, you are not alone
...

giovedì 15 novembre 2007

giovane




Stamattina la radiosveglia ipod(ebbene si') suonava:
"Ah, but I was so much older then,
I'm younger than that now.
"

come svegliarsi meglio?

martedì 13 novembre 2007

tony



"Non ho niente da dire su Tony tranne che una volta ha provato a mungere una mucca con una chiave inglese" (Bob Dylan sul palco di Portland, 1995)."

quasi 2000 concerti con Bob...

Hugh Everett III


E chi lo avrebbe mai detto?
E (vero nome di Mark Oliver Everett) aveva un padre... ok tutti piu' o meno ce l'hanno... ma era pure uno scienziato e pure famoso!
Un fisico per l'esattezza, la sua teoria sugli universi paralleli chiamata Parallel Universes, Parallel Lives e' stata discussa per anni.
Ora cade il 50esimo anno dalla pubblicazione della tesi e alla BBC hanno pensato di farci un documentario e confrontare le vite del noto(?) Hugh e del figlio E(si si si il cantante degli Eels.
Chissa' se arrivera' da noi, mah!
Tanto per cambiare E trovo' lui suo padre morto d'infarto a 51 anni steso in casa...
Quindi se si conta padre,madre e sorella , E non ha 44(eh si' gia' 44) anni ma 84... e un po' di cose si dovrebbero capire dei suoi lavori!

lunedì 12 novembre 2007

addi

alle volte non si puo' e non si capisce il perche' di alcuni addi, soprattutto quelli improvvisi e inaspettati.
Quest'anno e' il secondo... speriamo finisca...

giovedì 8 novembre 2007

imnotthere OST


Sorprendersi per un disco di cover non e' facile...
Al solito ognuno mette del suo e alle volte troppo.
Ma in questa colonna sonora, quella di I'm not there, film di cui ho gia' parlato, non c'e' un solo brano che mi ha deluso.
Grandi interpretazioni! Da eddie Vedder a Cat Power(da brividi!!!) a Riche Havens.
Sorprendenti accoppiate come Charlotte Gainsbourg + Calexico e bellissime riletture(stravolgimenti?) di Sufjan Stevens e Antony and the Johnsons.
Che dire di Mark Lanegan in the man in the long black coat? sembra scritta per lui!
Onore agli esecutori ma sono le canzoni che sono grandi!
Ok ok I'm not there...

mercoledì 7 novembre 2007

eels 2008


Arrivano!!! Tornano!!!! Gli Eels live in italia!
dal sito ufficiale eelstheband.com

Purtroppo al conservatorio di Milano , costi elevati e posti strettissimi!
Ma non scapperanno

martedì 6 novembre 2007



Originali, spettacolari senza fronzoli, mai chiari veramente su cio' che pensano fuori dal palco... ma chi se ne frega? Importa cosa sono quando suonano...
Un chitarrista veramente bravo e ispirato + una zinnuta batterista molto root, per non dire elementare= White Stripes
Qui a confronto la loro performance di Death Letter di Son House e l'originale(o "l'origine"?)

White Stripes version:



Son House version:



lunedì 5 novembre 2007

piu' scarichi...



Voglio rilanciare la notizia del sondaggio canadese riportata da Punto Informatico
secondo cui chi scarica e' chi compra piu' cd.
E mi sento (ebbene si' lo confesso) tra questi.
Di cd ne compro ... eccome se ne compro... pero' solo quelli che mi piacciono!
Allora perche' non poterli ascoltare prima liberamente?
E' finita l'era 'scatola chiusa', ora se vuoi i miei soldi devi emozionarmi!
Chesso' l'ultimo acquisto e' stato il completamento della discografia dei Gomez, David Gray e il doppio live dei Wilco.
Prima pero' li ho ascoltati dove e quando ho voluto in mp3...

mercoledì 31 ottobre 2007

baronciani



Oggi voglio parlare di fumetti.
No non topolino o paperino ma di fumetti che , come molti libri, una volta letti ti fanno rimanere dentro qualcosa.
Quindi fumetti come narrativa ma senza tutte le parole della narrativa sostituite dalle immagini.
In questi anni il movimento delle 'Graphic Novel' si e' andato consolidando.
In Italia esistono molti autori validissimi, al pari dei piu' quotati francesi , americani o canadesi. Uno su tutto e' Gipi.
Un libro straconsigliato e' il padre di tutti: Maus di Art Spiegelmann .
Art intervista il padre(con cui ha un rapporto abbastanza conflittuale) riguardo gli anni da prigioniero nei campi di concentramento.
Storia di tutt'altro genere e' quella narrata in Blankets di Craig Thompson, in cui egli racconta le vicissitudini della famiglia bigotta negli USA.
Da poco ho scoperto , per caso, Alessandro Baronciani.
Il tratto mi ha colpito: espressivo, carico di significati e denso.
Fino a ieri avevo solo visto delle immagini sul web, ora con il fumetto in mano mi rendo conto che avevo ragione. La profondita' delle storie e delle cose dette e non dette(perche' il disegno "parla") mi ha veramente catturato.
Se si riesce nella non facile impresa di procurarselo(potete via web al sito della Black Velvet o in una fornita fumetteria...) io non ci penserei due volte!

martedì 30 ottobre 2007

iron & wine



Al solito sono strani...
Non sono definibili:
folk-country ? Non proprio
folk-psichedelici? Mah!
lisergici? ma non so neanche cosa significhi veramente!
Rilassanti? non sempre
Geniali? mah forse : originali! Eh ma cosa vuol dire?
Gli strumenti sono tutto tranne che originali, al solito basso,chitarra, batteria, qualche fiato, violino(fiddle), batteria.
Come suggerisce il nome sono molto 'roots', senza orpelli elettronici, solo 'trucchi' acustici.
Inutile dire che riescono a rilassare e divertire, come , chesso', le caldarroste+camino + vino rosso
Ecco si' questo e' l'ambiente che mi immagino quando si ascoltano gli Iron & Wine.
Nel loro sito c'e' un bel player per ascoltare i loro album.
Sono al terzo lavoro. L'ultimo the sheppard's dog e' piu' vario degli altri , molto piacevole da ascoltare, non che gli altri non lo siano, ma le melodie sono piu' mature e ricche che nei precedenti lavori(Lovesong of the Buzzard la mia preferita).
Qualche tempo fa hanno fatto anche un disco con i Calexico, band simile per molti aspetti... non mi ha mai convinto fino in fondo, non so , forse troppo 'costruito' e poco spontaneo.
A gennaio a Milano!
Anche loro consigliati ... con castagne e vino!

lunedì 29 ottobre 2007

postal service



No no non parlero' del fatto che i pacchetti postali non arrivano, o fanno difficolta' ad arrivare da un po' di tempo, ma del gruppo indie americano.
I Postal Service sono di Seattle stato Washington... si' quello del grunge.
Ma di grunge non hanno proprio nulla, infatti e' prevalemente musica elettronica.
Il brano piu' famoso(si fa per dire) e' sicuramente:
Such Great Heights presente nella colonna sonora di "Garden State" nella versione cover degli Iron & Wine.
Musica elettronica quindi, semplice e diretta, senza troppi 'martelli' o effetti, ma fatta di brani semplii e diretti.
Piccoli quadretti, iconcine da godere... la sensazione e' quella di quando si sta in casa al caldo con la pioggia fuori.
In questi giorni e' la colonna sonora che preferico

venerdì 26 ottobre 2007

steve earle



Steve e' uno che la vita l'ha vissuta almeno cento volte.
La prima come autore (apprezzato nell'ambiente) di testi per i country-singer di nashville negli anni '70(fine) inizio '80.
La seconda come country-rock-folk singer di fine anni 80 fino alla meta' dei 90.
Brani come Devil's Right Hand o Copperhead Road, canzoni nel cuore di ogni amante del country rock.
Gli anni '90 sono stati segnati dalla droga , culminati con l'arresto e la galera.
Una volta uscito Steve si e' ripulito e (inciccionito) si e' rimesso in gioco facendo uscire un bel disco acustico con Norman Blake, seguito da un tour mondiale(si' a milano c'ero!) solista... 3 ore di musica...
Poi , rimessosi in carreggiata anche fisicamente, ha fatto uscire una manciata di album che l'hanno portato nel nuovo millennio . Nella nuova vita di oggi lo ritroviamo con barba da vecchio zio e occhiali , proprio come i folksinger di un tempo.
Speriamo di rincontranci presto zio Steve... e' troppo che manchi da qui!

giovedì 25 ottobre 2007

icantexplain!




Lo confesso ...
ieri sono andato a vedere ... no ! basta guardare la mia lista concerti(link) ...
Parlando d'altro...
ho trovato questo link potete scaricare il concerto con tutti i risvolti umidi.
Resoconto audio del concerto veronese (bagnato), a cui non sono andato.
Gli Who li ho visti un paio d'anni fa in Svizzera, bellissimo concerto.
Sono rimasti in due della formazione originale: Pete Townshend e Roger Daltrey ad ora aiutati dal fratello di Pete alla seconda chitarra , dal figlio di ringo Starr alla batteria(bravissimo!!!) e da Pino Palladino bassista(italiano) di grande esperienza.
Inutile dire che un loro concerto e' una seauenza di emozioni!
... i can't explain...

martedì 23 ottobre 2007

Okkervil River



Band texana, sono al quinto album, sono maledettamente accattivanti...
tutto cio' che riguerda la musica americana che non puo' che piacere: dai Counting Crows ai Buffalo Tom ai Wilco e agli Eels(siiii).
Il titolo e' "The Stage Names" rispetto ai precedenti e' piu' pop ma non nel senso negativo, diciamo un po' piu' melodico piu' che commerciale.
Da ascoltare ascoltare e vedere?

lunedì 22 ottobre 2007

rapid eyes movement




Beh e' uscito il live(finalmente!!!) dei REM...con DVD.
Avevo solo alcune registrazioni clandestine piu' o meno buone.
Almeno ora il suono e' pulito, come i Radiohead non mi stancherei mai di ascoltarli!
I brani sono presi dalla data del 27 febbraio 2005 al Point Theatre di Dublino ,conclusione del tour europeo "Around a World Tour".
Magari era meglio (come era stato fatto per i Police anni fa...police? ah ah ah ) un cd con un live 'antico' e uno con la performance suddetta...
Tanto per sentire il 'tiro' diverso.
Vabbe' !

...
Life is bigger
It's bigger than you
And you are not me
The lengths that I will go to
The distance in your eyes
Oh no I've said too much
I set it up
...

stupendo!!!

Un ricordo di Milano 2005:

venerdì 19 ottobre 2007

anguille



No non pesco e non mi piacciono...
Mi piacciono invece gli Eels.
Gruppo(?) americano che in realta' e' composto da E(Mark Oliver Everett) e da 2 o piu' collaboratori.
"E" e' un genio e un pazzo. Ha creato questo gruppo (un trio solitamente) dopo alcune prove soliste troppo assurde.
Gia' il primo cd (Beautiful Freak) e' stato uno di quelli che all'inizio non ti dicono molto poi dal secondo ascolto in poi ti prendono e ogni volta scopri qualcosa di nuovo.
E' rock? Non nel senso tipico.
E' grunge o noise? Non nel senso tipico.
E' melodico? Non nel senso tipico.
Insomma e' un insieme di cose frullate insieme che prima ti sembrano una stranezza e poi ti entrano dentro e non ti mollano piu'.

Poi , oltre essere pazzo, E e' anche sfortunato... una serie di tragedie gli ha decimato la famiglia e lui cosa ha fatto? Ci ha tirato fuori un album!Il secondo( Electro-Shock Blues), di infinita tristezza e bellezza... lui lo ha definito 'allegro'.
Invece il terzo episodio(Daisies Of The Galaxy) e' senza remore il mio preferito, alcune canzoni sono spettacolari fino alla ghost song "Mr. E's blues".
Il terzo Souljacker molto dark e il quarto Shootenanny! non brillano se non per qualche gemma sparsa qui e li'.
Il quinto " Blinking Lights and the Other Revelations " e' doppio ed e' veramente eccezionale, molte song sembrano piu' o meno "tentativi" che veri pezzi , ma nell'insieme ci stanno anche loro a completare uno degli album piu' belli della band solista che preferisco.
Ci sono diversi live piu' o meno commercializzati e rintracciabili solo nel sito ufficiale. Il piu' bello e' "Electro-Shock Blues Show" e dietro di poco e' quello alla Town Hall (with the strings).
Non ho ancora parlato dei concerti... poche parole e molti fatti. Scenografie minimali ma con trovate di volta in volta spiazzanti ad esempio nel tour "with the strings" il gruppo era costituito da (ah lui suona la chitarra e il piano) chitarra(piano) , contrabbasso, terzetto d'archi e batteria.
E che c'e' di strano? Che il batterista aveva come strumento una valigia , una di quelle spesse di cuoio e il rullante ... alle volte suonava una sega dentellata con archetto.
Una delle violiniste ad un certo punto ha suonato(!!!) un vibratore.
All'ultimo bis a luci accese il gruppo e' uscito in pigiama!!!!

Vabbe' diciamo che anche la fortuna di avere la casa discografica che si chiama Dreamworks gli ha permesso di essere presente nella colonna sonora di shrek 1,2 e 3.
E non e' poco!

Ora usciranno una raccolta , tipo best of con dvd dei video(da non perdere da quanto sono strani)
e una di inediti , o meglio , di brani sparsi tra colonne sonore e b-side.

Esiste un sito italiano: Eels italia, un tempo piu' ricco di info e ora ridimensionato.

giovedì 18 ottobre 2007

josh ritter



Sto ascoltando da un po' il nuovo cd di Josh Ritter.
Lo vidi a Milano aprire per Damien Rice qualche anno fa, mi fece molta impressione la freschezza della sua musica:voce e chitarra acustica, stile folk ma non noioso...
niente di originale pero' , come un bicchiere di acqua fresco : fa piacere ma non lascia piu' di tanto.
Ai tempi Josh , Americano dell'Idaho, aveva inciso 2 album 'ufficiali' e uno autoprodotto, partecipato al Newport Folk Festival, duettato con Joan Baez , insomma era lanciato verso la nicchia folk americana.
Certe cose poi non si sa bene se siano per calcolo o per necessita' che josh acquisisce un solido gruppo di fan in Irlanda, di qui il tour con Damien Rice.
Nel 2006 stampa "the anomal years" che non aggiunge niente di veramente nuovo al suo carnet. Quest'anno invece se ne e' uscito con "The Historical Conquests of Josh Ritter" e mi piace, e' vario e' moderno e' antico.
Ogni canzone e' qualcosa da scoprire ad ogni ascolto. Natiralmente si intravedono i fantasmi di zio Bob, zio John(Lennon) e perche' no? Una spruzzata di Damien Rice.
Sicuramente merita un ascolto...

martedì 16 ottobre 2007

Ani



L'altro ieri l'ho vista... Ani DiFranco... grintosa , simpatica ed emozionante.
Niente orpelli solo le sue canzoni e la sua personalita' bastano a riempire tutto.
E' il settimo concerto che le vedo fare e questo per emozioni e' al primo posto in assoluto.
Non mi ha fatto Shy, Napoleon e Out of Range riusciro' a vivere fino alla prossima volta?
Finora e' uno dei migliori concerti dell'anno.
Tnx Ani

lunedì 15 ottobre 2007

lezione


Se si deve andare a Milano la Domenica sera partendo da vicino Varese non bisogna passare per la A8 ma per la A9
Ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

giovedì 11 ottobre 2007

dude!!!

The best Dylan's cover... the dude rules:





last news



Ultimi cd che ho ascoltato:
Ani Difranco - Canon - e' la raccolta dagli inizi a l'altro ieri con 5 pezzi rifatti, Ani e' una delle mie favorite... mi piace(ma va?)
Architecture In Helsinki - Places Like This - begli spunti ma troppo da ragazzini
Bruce Springsteen - Magic - non facile dare un giudizio definitivo, sicuramente i testi sono buoni(per quello che ho capito) , per la musica... boh ci penso...
Canadians - A Sky With No Stars - italiani, noti anche all'estero ma sembrano gli Yuppie Flu!
Cross Canadian Ragweed - Mission California - bel disco
Eddie Vedder - Into The Wild Soundtrack - si lascia ascoltare e poi la voce di Eddie e' sempre un piacere... un po' come Mark Lanegan, qualsiasi progetto affronta lui e' SOPRA.
Elvis Presley - Elvis the King - una mega raccolta, non avevo niente di LUI, dopo un po' mi annoia(ho bestemmiato?) su alcune cose stranote o stradatate, altro sembra scritto ieri!
Foo Fighters - Echoes, Silence, Patience And Grace - sempre la solita frittata ma li vorrei vedere dal vivo una volta!
Marc Cohn - Join the parade - wow ben tornato Marc!
PJ Harvey- White Chalk - Intrigante, PJ ha svoltato nell'intimo anzi nel torbido
Ryan Bingham - Mescalito - Un altro bel disco di American Music(A e M maiuscole!)

martedì 9 ottobre 2007

timoria timoria hue' hue'



Per un po' , forse troppo tardi, ho seguito fino alla conclusione, le vicende musicali e piu' o meno personali dei Timoria.
Sono stato folgorato da Viaggio senza vento, sorpreso da 2020 speedball, parzialmente deluso da Eta beta e spaesato e poi appassionato da 1999.
Poi El Topo Grand Hotel mi ha fatto cagare e Un Aldo qualunque sul treno magico vomitare.
Ora e' uscita la raccolta: Ora e per sempre.
E' un triplo, 2 con il meglio dei Timo e il terzo un live del 2001.
Ascoltarlo ora mi fa tornare indietro di giusto quei 6/7 anni e mi ridomando: ma perce' Renga se ne ando'? Si si lo so Omar era ingombrante ,primadonna e non lasciava spazio, ma cazzo!!!
Canzoni bellissime, la voce di Francesco e' perfetta per quei brani e allora perche' andare a fare il cazzone cantante italiota qualunque? Ok ok per soldi ma ha spezzato un sacco di cuori. Insomma lascia un sacco di amaro in bocca!
Poi che fine hanno fatto tutti:
Omar da bravo pippaiolo si e' giocato il cuore
Renga :ho gia' detto
Ghedi: mille lavori tra cui direttore di una rivista e scrittore
Diego Galeri: ha fondato con Illorca i Miura, niente di che...
gli altri comparsati sono spariti.

ok ok la risposta e' una:soldi.

venerdì 5 ottobre 2007

tesi che esplodono



Grufolando nel web in cerca di notizie di Illorca,l'ex bassista dei timoria e poi dei Miura, mi sono imbattuto in questa tesi.
Una tizia(Sara) ha fatto ,nel 2002, una tesi comprendente i Timoria.
Leggere per credere!
:-P

giovedì 4 ottobre 2007

planet terror



Ieri l'ho visto...
megasplatter anzi a tratti fa proprio senso
pero' avvincente e con una trama a differenza dell'altro segmento Tarantiniano.
Lo si puo' definire un film di terrore con molta ironia e luoghi comuni del genere, tutto calcolato s'intende, e' cio' che doveva essere!
Un amico che ha visto tutto Grindhouse mi aveva detto che vedendo planet terror si capiva di piu' death proof... mah!

mercoledì 3 ottobre 2007

pol(l)ice




ah ah ah ah ah dal sito rockol.it:
"
a colpire è la relativa freddezza del gruppo: Sting parla pochissimo, e in un italiano stentato. Tra di loro, i tre quasi non si guardano, e in più di un’occasione si ha la sensazione che stiano svolgendo un compitino: perlopiù tecnicamente perfetto, ma privo di pathos
"

ah ah ah ah

"alla fine si poteva entrare con pochi euro"

ah ah ah ah

"il delle Alpi con una enorme pista di atletica e le tribune poco ripide"

ah ah ah ah

"il suono dalle tribune era fuori sincrono"

ah ah ah ah

RIDICOLI!!!!

martedì 2 ottobre 2007

sedaris



Ho finito un libro...
ci ho messo un sacco non perche' non mi piacesse ma perche' non ho avuto il tempo materiale di leggere...
L'autore e' David Sedaris il titolo e' "Mi raccomando:tutti vestiti bene"
e' stato un regalo di compleanno di amici, saranno stati guidati dal titolo?
La trama non c'e' e' solo una serie di racconti brevi riguardanti la famiglia e le manie del narratore, tra l'altro vera 'rock star' dei reading negli USA.
Molto divertente e profondo in alcune parti.
Ad esempio un intero capitolo e' dedicato al natale visto dagli olandesi che lo festeggiano il 4 dicembrre con l'arrivo di San Nicola con tra i 6 e gli 8 schiavi(ora amici) vestito da vescovo, si' e' stato vescovo in Turchia... ma cosa c'entra con l'olanda? nessuno lo sa...
Oppure come descrive la follia collettiva della vita famigliare dove non c'e' mai stata "l'ora per andare a letto"...
Oppure la grottesca descizione della casa in bretagna vista con gli occhi di un estraneo. C'e' di tutto! Consigliato ...

venerdì 28 settembre 2007

mai visti e mai vedro'


Concerti che mai potro' vedere per causa di forza maggiore(le formazioni originale s'intende....):
- Doors
- Nirvana
- Jimi Hendrix
- John Lennon
- Alice in chains
- Clash
- Bob Marley
- Elliott Smith
- Led Zeppelin (originali non la pantomima di adesso)

... sicuramente ho dimenticato qualcuno...

giovedì 27 settembre 2007

pj


A breve sara' disponibile 'ufficialmente' il nuovo album di PJ Harvey(stralci ufficiali qui) White Calk
Sembrerebbe molto piu' intimistico e meno arrabbiato di quello che ci ha abbituato la ragazza(vabbe' ormai sono 38...) inglese, quindi minimalismo nelle musiche e voci controllate.
Sembra cat power meno blues... e' molto intrigante...
Aspetto di ascoltarlo tutto per bene.Pare sia stata in giro a suonare il basso a Los Angeles per il gruppo di un 'sopravvissuto' del rock psichedelico, tipo il chitarrista dei Capitain Beefhearth, immagino i concerti allucinati!
Comunque aspetto per prima cosa di vederla di nuovo dal vivo!!! Senza mal di gola come nel 2001 che dopo 45 minuti diede forfait.
Vedremo!!!

martedì 25 settembre 2007

cosa ho visto ...



Megalomania? Ma no...
questi sono i gruppi/artisti che ho visto finora... e le volte...

chi vorrei vedere e non ho ancora visto?
in ordine sparso:
John Mellencamp, Counting Crows, Oasis, Beck(visto solo in un festival), Chemical Brothers, David Bowie(ma siamo a rischio 'effetto rolling stones'), Edie Brickell, Foo Fighters,Grant Lee Phillips,Hootie & the Blowfish, International Conspirancy,James Taylor(!!!),Marc Cohn,Shins,Sigur Ros,Todd Snider,Tom Petty,Tom Waits...
bastano?

lunedì 24 settembre 2007

streaming live



L'altro ieri leggendo una notizia nel sito della rivista rockstar ho scoperto che gli Afterhours terranno un concerto oggi ad Amsterdam.
Tale data sara' registrata e tenuta unline dal sito FabChannel!
Li' si possono trovare diversi live sempre disponibili(in streaming) tra cui Ani DiFranco, Bloc Party, Paul Weller, Damien Rice...
Non male...

venerdì 21 settembre 2007

Death is not the end



Questo e' il testo di Death is not the end di Bob Dylan... la dedico ad un amico scomparso un mese fa... noi non eravamo qui a dirti addio...

When you're sad and when you're lonely and you haven't got a friend
Just remember that death is not the end
And all that you've held sacred, falls down and does not mend
Just remember that death is not the end
Not the end, not the end
Just remember that death is not the end

When you're standing at the crossroads that you cannot comprehend
Just remember that death is not the end
And all your dreams have vanished and you don't know what's up the bend
Just remember that death is not the end
Not the end, not the end
Just remember that death is not the end

When the storm clouds gather 'round you, and heavy rains descend
Just remember that death is not the end
And there's no one there to comfort you, with a helpin' hand to lend
Just remember that death is not the end
Not the end, not the end
Just remember that death is not the end

Oh, the tree of life is growing
Where the spirit never dies
And the bright light of salvation shines
In dark and empty skies

When the cities are on fire with the burning flesh of men
Just remember that death is not the end
And you search in vain to find just one law abiding citizen
Just remember that death is not the end
Not the end, not the end
Just remember that death is not the end